top of page
  • Alessia Dondero

22 maggio 2024 - "Insonnia addio"

Alla biblioteca di Santa Cristina, una serata di formazione a cura della Naturopata Alessia Dondero interamente dedicata ai problemi del sonno.


Di quanto sonno abbiamo bisogno per svegliarci freschi e riposati? Qual è il modo migliore per dormire bene? Quali e quante forme d’insonnia esistono? E da cosa sono causate? Ci sono alimenti che possono favorire il sonno? Queste sono soltanto alcune delle domande alle quali la Naturopata Alessia Dondero ha provato a dare una risposta nel corso della serata di divulgazione dal titolo “Insonnia addio” che si è tenuta presso la biblioteca “Tresl Gruber” lo scorso 22 maggio.



D’insonnia occasionale soffre quasi la metà della popolazione” dice Alessia Dondero, terapeuta specializzata in riequilibrio fisico ed energetico attraverso la medicina naturale “ma quando la difficoltà di addormentarsi, le interruzioni del sonno o i risvegli anticipati si protraggono nel tempo, si parla di insonnia cronica, una condizione che ad oggi colpisce 1 persona su 4  (il 60% sono donne) e che può portare a un vero e proprio abbassamento della qualità della vita di chi la vive”.

Nel corso della presentazione, la Naturopata ha così approfondito l’argomento partendo dall’importanza del sonno e i suoi benefici sulla nostra salute, spiegando in dettaglio le possibili cause che ci tengono svegli la notte e proponendo diverse importanti riflessioni. 


L’insonnia è spesso la risposta del nostro corpo a una società che ci vuole costantemente rapidi e performanti” ha spiegato ancora Alessia “gestire con successo le sfide quotidiane può essere soddisfacente, ma per dormire un sonno ristoratore dobbiamo “riconoscere” a noi stessi di essere stanchi. Se non riusciamo a farlo, il risultato sarà un aumento dei disturbi del sonno unito all’incapacità di individuarne la causa”.



Ascolto di sé e consapevolezza sembrano essere quindi le chiavi giuste per uscire dal tunnel dell’insonnia, insieme a una serie di buone abitudini e consigli utili dati nel corso della serata, che spaziano dalla regolarità negli orari, a una digestione ottimizzata, fino a una corretta gestione dello stress e a specifici consigli alimentari.

Per quanto riguarda le soluzioni naturali, la Naturopata ha poi specificato che non esiste il rimedio universale per tutti, ma che anzi, solo comprendendo le specifiche cause dell’insonnia di ciascuno (stressogena, emotiva ansioso-depressiva, da digestione, da rigidità muscolare, etc) è possibile scegliere il rimedio più adatto, che oltre a favorire il rilassamento può lavorare in modo specifico sul motivo che ci tiene svegli.




Dopo uno spazio dedicato alle domande da parte delle numerose persone intervenute, la serata si è poi conclusa con una sorpresa: la degustazione di una deliziosa tisana alla melissa offerta da Ujep Runggaldier.



5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page